Tax & Legal Insights

Bonus Fiere internazionali in Italia: prenotazione dal 9/9/2022


2 Settembre 2022

1. Premessa

Con il Decreto attuativo dello scorso 4/8/2022 del MISE sono state illustrate le modalità di accesso al buono fiere introdotto dall’art. 25-bis del D.L. 50/2022 (c.d. “Decreto Aiuti”) per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia.

Il buono fiere:

  • consiste in un buono nella misura massima di € 10.000 pari al 50% delle spese sostenute;
  • può riguardare la partecipazione ad una o più manifestazioni fieristiche nel periodo compreso tra il 16/7/2022 e il 31/12/2022;
  • può essere chiesto una sola volta da ciascun soggetto beneficiario;
  • è valido fino al 30/11/2022;
  • è sottoposto ai limiti e alle condizioni degli aiuti “de minimis”.

Le fiere ricomprese nella misura sono individuate nel calendario fieristico approvato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome.

Il buono sarà riconosciuto secondo l’ordine temporale di ricezione delle domande e nel limite delle risorse disponibili pari a 34 milioni di euro per l’anno 2022.

2. Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del bonus fiere, le imprese di qualsiasi dimensione che:

  • hanno sede operativa nel territorio nazionale;
  • sono iscritte e risultano attive al Registro delle imprese della CCIAA territorialmente competente;
  • non sono sottoposte a procedura concorsuale e non si trovano in stato di fallimento, di liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • non sono destinatarie di sanzioni interdittive di cui all’art. 9, comma 2, lettera d), D.Lgs. 231/2001, e non si trovano in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche o comunque a ciò ostative.

3. Spese ammissibili

Sono ammissibili all’agevolazione, fino a esaurimento delle risorse disponibili per l’intervento, le spese sostenute dalle imprese per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche dal 16/7/2022 al 31/12/2022, consistenti in spese per:

  • l’affitto degli spazi espositivi. Oltre all’affitto degli spazi espositivi, rientrano in tal categoria le spese relative al pagamento di quote per servizi assicurativi e altri oneri obbligatori previsti dalla manifestazione fieristica;
  • l’allestimento degli spazi espositivi, comprese le spese relative a servizi di progettazione e di realizzazione dello spazio espositivo, nonché all’esecuzione di allacciamenti ai pubblici servizi;
  • la pulizia dello spazio espositivo;
  • il trasporto di campionari specifici utilizzati esclusivamente in occasione della partecipazione alle manifestazioni fieristiche, compresi gli oneri assicurativi e similari connessi, nonché le spese per i servizi di facchinaggio o di trasporto interno nell’ambito dello spazio fieristico;
  • i servizi di stoccaggio dei materiali necessari e dei prodotti esposti;
  • il noleggio di impianti audio-visivi e di attrezzature e strumentazioni varie;
  • l’impiego di hostess, steward e interpreti a supporto del personale aziendale;
  • i servizi di catering per la fornitura di buffet all’interno dello spazio espositivo;
  • le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione alla fiera e quelle sostenute per la realizzazione di brochure di presentazione, di poster, cartelloni, flyer, cataloghi, listini, video o altri contenuti multimediali, connessi alla partecipazione alla manifestazione fieristica.

Sono escluse le spese relative a imposte e tasse. L’IVA è ammissibile all’agevolazione solo se la stessa rappresenta per il beneficiario un costo effettivo non recuperabile.

4. Quando e come presentare la domanda

Le domande di contributo devono essere presentate dal legale rappresentante dell’impresa (identificazione e autenticazione mediante Carta nazionale dei servizi, c.d. “CNS”) esclusivamente per via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione sul sito internet del Ministero dello Sviluppo Economico sezione “Buono Fiere”, dalle ore 10:00 alle ore 17:00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a decorrere dal 9/9/2022 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili (una sorta di click day). Nell’istanza dovrà essere riportato l’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) dell’impresa valido e funzionante, nonché l’IBAN relativo al conto corrente bancario intestato al soggetto richiedente.

Il MISE, a seguito della ricezione delle richieste, rilascia il buono mediante invio all’indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) rilasciato in fase di richiesta. Si precisa inoltre che il buono rilasciato dal MISE avviene in base all’ordine temporale di ricezione delle domande. 

Dalle ore 10:00 del 7/9/2022 e fino al termine iniziale di apertura dello sportello per l’invio delle domande, i soggetti possono verificare il possesso dei requisiti tecnici e delle necessarie autorizzazioni per accedere e utilizzare la procedura informatica.

5. Modalità di rimborso del buono

Entro la scadenza del buono (30/11/2022), i beneficiari devono presentare, attraverso la piattaforma predisposta, l’istanza di rimborso delle spese e degli interventi effettivamente sostenuti per la partecipazione alle manifestazioni fieristiche internazionali di settore. Il rimborso massimo erogabile è pari al 50% delle spese e degli investimenti effettivamente sostenuti dai soggetti beneficiari e comunque entro il limite massimo del valore del buono assegnato.

All’istanza di rimborso deve essere allegata copia del buono fiere, delle fatture attestanti le spese e gli investimenti sostenuti, con il relativo dettaglio, la documentazione attestante l’avvenuto pagamento delle stesse, nonché l’apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà mediante la quale il soggetto beneficiario attesta l’avvenuta, effettiva partecipazione alle manifestazioni fieristiche per le quali è richiesto il rimborso delle spese.

Per le istanze per le quali le verifiche di possesso dei requisiti si concludano con esito positivo, il Ministero, previa registrazione dell’aiuto individuale nel relativo registro o sistema, provvede alla concessione mediante l’invio di apposita comunicazione all’impresa e al contestuale rimborso delle somme richieste mediante accredito delle stesse, entro il 31/12/2022, sul conto corrente del beneficiario indicato in sede di richiesta di rimborso, previa verifica della vigenza della regolarità contributiva del soggetto beneficiario, tramite l’acquisizione d’ufficio, ai sensi dell’art. 44-bis D.P.R. 445/2000, del documento unico di regolarità contributiva (DURC) e dell’assenza, nei casi previsti dalla vigente normativa, di inadempimenti ai sensi dell’art. 48-bis D.P.R. 602/1973.

Per maggiori approfondimenti si rimanda alla pagina dedicata nel sito del MISE e alle relative FAQ.

Iscriviti alla nostra Academy

Scopri i nostri servizi di Tax Compliance

Scarica il documento
2 Settembre 2022
Download
Seguici:

Vicenza

Strada Marosticana, 6/8
36100 Vicenza
+39 0444 228000
info@adacta.it

Milano

Via Visconti di Modrone, 21
20122 Milano
+39 02 91220022
info@adacta.it

Copyright ©2021 Adacta Studio Associato - P.IVA:02966540243 - Privacy Policy
Powered by Web Surfers