E-Commerce e Temporary Export Manager

E-commerce e Temporary export manager al via i finanziamenti agevolati 

 

Il MISE chiarisce gli ambiti di applicazione delle agevolazioni a sostegno delle imprese che esportano in paesi extra Ue e avviano spese per e-commerce e “temporary export manager”

Per le imprese che intendono crescere sui mercati internazionali, sono disponibili finanziamenti agevolati per l’inserimento temporaneo in azienda di un Temporary Export Manager (TEM) e per lo sviluppo di soluzioni di e-commerce in Paesi extra UE.

Le domande, in forma completamente paperless, possono essere presentate attraverso la piattaforma online gestita da SACE SIMEST dallo scorso 25 luglio 2019.
Nel prossimo futuro l’ambito di operatività dei due strumenti è destinata ad allargarsi ai paesi UE. La novità, tuttavia, per essere applicabile dovrà essere recepita con appositi decreti attuativi. 

 
Chi sono i beneficiari?

Per entrambi gli strumenti, le domande di finanziamento sono ammesse per le società di capitali, avente sede legali in Italia, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno due bilanci relativi a due esercizi completi.

 

E-COMMERCE IN PAESI EXTRA UE

L’intervento è finalizzato a sostenere l’attività realizzata attraverso una piattaforma informatica, sviluppata in proprio o tramite soggetti terzi (marketplace), per la distribuzione di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano. Il programma deve riguardare un solo Paese di destinazione extra-UE, nel quale registrare un dominio di primo livello nazionale.

Possono essere oggetto di finanziamento agevolato:

  • le spese relative alla creazione e sviluppo di una propria piattaforma informatica;
  • le spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica/market place;
  • le spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma.

Tali spese devono essere sostenute nel Periodo di Realizzazione del progetto. 

Il limite massimo del finanziamento è di 300.000,00 € per singolo programma, l’importo del finanziamento agevolato non potrà superare il 12,50% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati del richiedente, con i seguenti ulteriori limiti:

  • 25.000,00 € minimo;
  • 200.000,00 € massimo per l’utilizzo di un marketplace fornito da soggetti terzi;
  • 300.000,00 € massimo per la realizzazione di una piattaforma propria.

Il finanziamento, della durata di 4 anni (di cui 3 di ammortamento), copre fino al 100% delle spese preventivate. Il tasso di interesse applicato è pari al 10% del tasso di riferimento di cui alla normativa comunitaria vigente alla data della delibera di concessione del finanziamento.

 

TEMPORARY EXPORT MANAGER (TEM)

L’intervento mette a disposizione finanziamenti agevolati per l’inserimento in azienda (per un minimo di 6 mesi), di un Temporary Export Manager (TEM), figura professionale specializzata volta a facilitare e sostenere i processi di internazionalizzazione attraverso la sottoscrizione di un apposito contratto di prestazioni consulenziali erogate esclusivamente da società di servizi.

Possono essere oggetto di finanziamento agevolato:

  • Spese per le prestazioni professionali del TEM (almeno pari al 60% del finanziamento concesso), risultanti dal contratto tra l’impresa richiedente e la società di servizi;
  • Spese strettamente connesse alla realizzazione del progetto elaborato con l'assistenza del TEM, quali: spese per attività promozionali; spese per le certificazioni di prodotti e/o servizi, deposito di marchi o altre forme di tutela del Made in Italy; spese per attività di supporto

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 12,50% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci approvati e depositati.

  • Importo massimo finanziabile: 150.000,00 €
  • Importo minimo finanziabile: 25.000,00 €

Durata del finanziamento: 4 anni di cui 2 di pre-ammortamento, in cui si corrispondono i soli interessi e 2 anni di ammortamento per il rimborso del capitale e degli interessi; le rate sono semestrali posticipate a capitale costante.