Corrispettivi telematici

Corrispettivi telematici: interruzione dell’attività commerciale al dettaglio

(Faq Agenzia Entrate del 13/3/2020)

 

L’Agenzia delle Entrate con una FAQ pubblicata il 13/3/2020 sul portale Fatture e Corrispettivi specifica che in caso di interruzione dell'attività commerciale al dettaglio, anche in questo periodo di emergenza Coronavirus, il registratore telematico consente di comunicare automaticamente le giornate di chiusura, trasmettendo un file comprendente la totalità dei dati (ad importo zero) relativi al periodo di inattività.

L'invio del file è effettuato alla ripresa dell'attività, in occasione della prima trasmissione utile.

In alternativa, è anche possibile modificare lo stato del registratore da "in servizio" a "fuori servizio" accedendo al portale Fatture e Corrispettivi attraverso l'apposita funzione modificando lo "stato".

In tale ipotesi, sarà lo stesso registratore che, al momento della riaccensione e successiva prima chiusura di cassa, si imposterà automaticamente nello stato "in servizio".

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina di "Info&Assistenza" del portale Fatture e Corrispettivi.

Si specifica infine che gli esercenti privi dei registratori telematici, che, fino al 30/6/2020, intendono ancora avvalersi della c.d. "soluzione transitoria" per l'invio dei dati, non sono tenuti a trasmettere anche gli importi "a zero" delle giornate di chiusura, ma soltanto quelli annotati sul registro dei corrispettivi per il periodo di attività.