Prospettive dell’Area AFC e ruolo del CFO

Survey realizzata dal Club Finance di Fondazione CUOA e Adacta Advisory S.p.A. per rilevare le prospettive dell'area AFC  e l'evoluzione del ruolo del CFO.

Come cambia il ruolo del CFO?
Cosa l’azienda si aspetta dal CFO? E quali sono le competenze distintive?
Cosa emerge dalle survey sul ruolo del CFO nel contesto italiano e internazionale?

 

Dalla ricerca sono emerse le seguenti linee di tendenza:

LA SITUAZIONE OGGI

I risultati dell’indagine evidenziano come negli ultimi anni il ruolo del CFO / Area AFC si sia focalizzato prevalentemente sul presidio delle attività legate all’adempimento di aspetti amministrativi e all’esecuzione e al controllo dei

processi finanziari e di tesoreria.

Pur confermando l’importanza delle attività di amministrazione e finanza ordinaria, l’analisi evidenzia un’evoluzione dell’attività del CFO che, nei prossimi anni, sarà chiamato ad assumere un ruolo di più ampio nella guida dell’azienda.

 

PROSPETTIVE PER IL FUTURO

Tale tendenza si manifesta attraverso un graduale ampliamento delle attività dell’area AFC con particolare riferimento alla Pianificazione e Controllo e all’IT (nelle quali sono previsti investimenti nei prossimi tre anni) associato a un rafforzamento delle competenze a supporto (soft skills, competenze tecniche, problem solving, ecc).

A tendere, inoltre, le pressioni competitive e la spinta alla crescita, imporranno al CFO un ruolo attivo di supporto alla pianificazione e all’esecuzione strategica. Tale ruolo richiederà lo sviluppo e il rafforzamento di competenze specifiche e mirate.

Quattro su cinque dei processi in cui è previsto un miglioramento più elevato appartengono alla pianificazione e controllo. Emerge, tra gli altri, un forte miglioramento atteso nei processi di Corporate Performance Management.

In sintesi, i risultati dell’analisi evidenziano opportunità e sfide per il ruolo del CFO / Area AFC: volano del motore d’impresa, cioè elemento di equilibrio e spinta attraverso il presidio della Amministrazione e della Finanza, ma anche di supporto alla guida, con un ruolo più ampio e trasversale che privilegia la componente di Controllo e di Pianificazione Strategica.

 

CRITICITA'

Dai risultati emerge un segnale di bassa priorità dell’area corporate finance (sia attuale che prospettiva). Su questa indicazione va posta attenzione, perché le aree di M&A e di finanza straordinaria, se non adeguatamente presidiate, potrebbero mettere a rischio il ruolo del CFO come supporto alla guida dell’azienda.

Il salto di qualità auspicato segna tuttavia un forte distacco dalle priorità attuali, a testimonianza sia di una consapevolezza di cambiamento che sempre più sta maturando nelle figure dei CFO, sia di un percorso impegnativo che potrà portare il CFO a esercitare efficacemente in prospettiva quel ruolo di creatore di valore per partecipare direttamente all’identificazione delle scelte strategiche aziendali.