Sospensione dei termini giudiziari e amministrativi

 

1.    Sospensione dei termini processuali tributari

(D.L. 18/2020, art. 83)

Per quanto riguarda l’attività giudiziaria avanti le Commissioni Tributarie, il D.L. prevede all’art. 83 che nel periodo compreso tra il 9 marzo e il 15 aprile 2020:

  • a) tutte le udienze sono sospese e rinviate d’ufficio a data successiva al 15 aprile 2020, salvo i procedimenti la cui ritardata trattazione può produrre grave pregiudizio alle parti -il riferimento è in primis ai procedimenti cautelari-;
  • b) è sospeso il decorso dei termini per il compimento di qualsiasi atto (ricorso di primo grado, impugnazioni, memorie, etc.) con la duplice precisazione che :
    • ove il decorso del termine abbia inizio durante il periodo di sospensione, l’inizio stesso è differito alla fine di detto periodo; 
    • quando il termine è computato a ritroso e ricade in tutto o in parte nel periodo di sospensione, è differita l’udienza o l’attività da cui decorre il termine in modo da consentirne il rispetto.

 
2.    Sospensione dell’attività dell’Agenzia delle Entrate e proroga dei termini di accertamento

(D.L. 18/2020, art. 67)

L’art. 67 del D.L. prevede la sospensione dall’8 marzo al 31 maggio delle attività di liquidazione, controllo, accertamento, riscossione e contenzioso da parte degli Uffici. 

Per lo stesso periodo sono sospesi altresì i termini per fornire risposte alle istanze di interpello e consulenza fiscale. Durante il periodo di sospensione le predette istanze possono essere presentate esclusivamente per via telematica.

Quale “contropartita” della sospensione, lo stesso art. 67 dispone una proroga biennale dei termini di prescrizione e di decadenza; in altre parole, con riferimento all’anno d’imposta 2015, per il quale il termine ordinario di decadenza dal potere di accertamento sarebbe stato il 31.12.2020, l’Ufficio avrà tempo fino al 31.12.2022 per sottoporre a controlli e verifiche i contribuenti.