La sanità privata; un valore di 1,7 miliardi

Ondata di fusioni e acquisizioni fra le società del territorio

La sanità privata è un settore (anche) economico che nei prossimi anni è destinato a crescere. Sia per il progressivo ripiegamento della spesa sanitaria pubblica, sia per il crescente invecchiamento della popolazione, che renderà sempre più cruciale l’assistenza alle persone. Su questi presupposti anche il Nordest è al centro di investimenti e di processi di consolidamento comuni a gran parte d’Italia.

Sul piano dei numeri e dei valori, la sanità privata nel Nordest è una realtà economica di rilievo. A livello nazionale il settore, secondo la nostra analisi, include 7050 ragioni sociali e quasi 19 miliardi di ricavi, con buone performance economiche (11,2%nel2021) e una crescita 2019-2021 del 16,6% (8% il tasso annuo composto di crescita). L’Ebitda in percentuale sui ricavi cresce invece dell’11,2%.

A Nordest il comparto risulta con centrato in 729 società che producono ricavi per 1,68 miliardi. L’Italia nordorientale annovera in tutto 20 società con ricavi maggiori di 15 milioni e un gruppo, il Gruppo Salus di Verona, con 211 milioni di ricavi e sette società controllate. Circa metà delle società più grandi appartengono a gruppi (Salus e altri non del Triveneto).

Complessivamente è un settore in cui è incorso un processo di consolidamento. Nell’ultimo triennio sono 31 le acquisizioni di società italiane, e sono state sette quelle con sede nel Triveneto più Emilia Romagna. Spesso in questo processo il Nordest è protagonista passivo. Le sue società, tendenzialmente di piccole dimensioni, vengono rilevate da protagonisti che provengono da altre regioni.

Nel solo biennio 2020-2022 sono stati infatti annunciati cinque deal da parte di gruppi lombardi e romani che hanno acquistato società con sede tra Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna: ad esempio Garofalo Health Care, unica quotata del settore a livello nazionale, ha

Acquistato l’Ospedale privato Domus Nova e Clinica San Francesco, consolidando la sua presenza. Saluse Belluno Medica sono entrati a far parte del network Synlab Italia ampliando la presenza del gruppo nel Veneto, arrivato a contare circa 30 centri dislocati nella regione.

Se si guarda ai protagonisti del consolidamento, però, fa però eccezione il Gruppo Centro Medicina, guidato dal trevigiano Vincenzo Papes. Con undici nuove acquisizioni nel 2022, di cui due in Veneto, otto in Emilia Romagna e una in Lombardia, Gruppo Centro di medicina guarda sempre più fuori dalla propria regione per sfondare il tetto delle 45 sedi.
È il risultato del piano industriale che in cinque anni prevede investimenti in edilizia sanitaria, acquisizioni, apparecchiature medicali e nuove tecnologie da100 milioni.

Sullo sfondo c’è una sanità pubblica che dopo il Covid, fra mancanza di medici e fuga del personale verso il privato, fa fatica a tener dietro alle richieste della società italiana in fatto di salute.

Scopri i servizi di Adacta Advisory

Iscriviti alla alla nostra Academy ed avrai accesso ai webinar, materiali e video per una migliore gestione della tua impresa.

Seguici:

Vicenza

Strada Marosticana, 6/8
36100 Vicenza
+39 0444 228000
info@adacta.it

Milano

Via Visconti di Modrone, 21
20122 Milano
+39 02 91220022
info@adacta.it

Copyright ©2021 Adacta Studio Associato - P.IVA:02966540243 - Privacy Policy
Powered by Web Surfers